CERTIFICATO E RELAZIONE TECNICA POLITECNICO MILANO (Light-T - page 1

POLITECNICO DI MILANO
DIPARTIMENTO DI CHIMICA, MATERIALI ED INGEGNERIA CHIMICA "GiulioNATTA "
SINTESI DEI RISULTATI DI UNA SPERIMENTAZIONE
SUPROPRIETA’ FOTOCATALITICHE EDAUTIPULENTI DI SOLUZIONE LIGHT-tech
Premessa
Nel seguito sono riportati in modo estremamente sintetico i risultati iniziali a 6 mesi di una
sperimentazione realizzata presso il Politecnico di Milano su alcune soluzioni di tipo LIGHT-tech.
Le soluzioni sono state sviluppate presso il Politecnico di Milano e l’Università di Parma ed il
relativo know-­­how è stato trasferito allo spin-­­off IPPOLITO & PERRONE Consulting S.r.l., che si
occuperà della produzione delle soluzioni sviluppate, così da offrirle al mercato tramite
opportuni accordi di commercializzazione.
Una relazione più dettagliata e completa verrà realizzata al termine delle prove.
Soluzioni sperimentate
Sono state sperimentate tre diverse soluzioni:
-­­
Sol di ossido di titanio idrofilico con aggiunta di piccole quantità di ossido di silicio per
migliorare l’adesione (Sigla LIGHT-tech 1).
-­­
Sol di ossido di silicio (Sigla LIGHT-tech 2).
-­­
Sol di ossido di silicio con aggiunta di nanoparticelle idrofobiche di silicio (Sigla LIGHT-tech 3)
-­­
Sol di ossido di silicio con sovrapposto sol di ossido di titanio (LIGHT-tech plus+).
Substrati testati
Le prove sono state realizzate su vari substrati, nella maggior parte dei casi utilizzabili per facciate
ventilate, tra cui in particolare:
-­­
Pannelli di alluminio verniciati con vernice poliestere di colore bianco.
-­­
Pannelli di fibrocemento verniciati con vernice fluorurata di colore bianco.
-­­
Pannelli di granito rosso Balmorar.
-­­
Gres porcellanato Faveldor Bersal.
-­­
Micrograni di granito legati con cemento Esoroccia.
-­­
Porcellana laminata Laminam.
Prove realizzate
Sono state realizzate tre diverse tipologie di prove:
-­­
Prove di idrofilia/idrofobia, mediante angolo di contatto.
-­­
Prove di fotocatalisi, mediante valutazione della degradazione di coloranti organici (rodamina
B e blu di metilene).
-­­
Prove di esposizione atmosferica di medio periodo (circa 6 mesi) su campioni e facciate reali,
mediante valutazione colorimetrica con spettrofotometro (metodologia CIELAB).
Sintesi dei risultati
I principali risultati sperimentali e le foto dei campioni esposti sono riportati nelle pagine seguenti.
Dall’esame di tali risultati si possono fin da ora trarre alcune conclusioni:
-­­
Le prove hanno dimostrato ottimali proprietà fotocatalitiche ed autopulenti del
LIGHT-tech 1
1 2,3,4,5,6,7,8
Powered by FlippingBook